Reni sani e acqua decontaminata sono davvero collegati?

shutterstock 2102208958

Forse ti sembrerà strano, ma il 50% della popolazione italiana non beve abbastanza acqua.

Sappiamo che dovremmo bere di più, eppure ce ne dimentichiamo.

Un po’ perchè l’acqua in bottiglia è costosa, un po’ perchè l’acqua del rubinetto potrebbe avere un sapore strano.

Tuttavia, sappiamo che dovremmo fare meglio di così perché l’acqua è vitale per la nostra salute.

Ma cosa significa dire che l’acqua è vitale per la nostra salute?

Oltre al fatto che non resisteremmo più di 3-4 giorni senza l’assunzione di liquidi, non c’è una singola funzione nel nostro corpo che non dipenda in qualche modo dall’acqua.

Non è un’esagerazione: anche le nostre ossa sono costituite per il 31% da acqua.

Facci caso: quando siamo anche solo leggermente disidratati, i nutrienti non viaggiano dove necessario e gli organi non funzionano in modo ottimale.

Inoltre, si ritiene che una disidratazione grave o addirittura cronica possa danneggiare i nostri reni.

Ma è vero?

In questo articolo approfondiremo il modo in cui interagiscono i reni e l’acqua.

Esamineremo sia la quantità di acqua che i medici ritengono che dovremmo bere per la salute dei reni, sia la relazione tra problemi ai reni e caratteristiche dell’acqua.

shutterstock 2237364715

Perché hai bisogno di bere acqua?

Potresti aver sentito che il tuo corpo è composto per circa il 60% da acqua.

Quello che potresti non sapere è che tutti noi perdiamo costantemente acqua.

Molti credono di perdere acqua solo quando sudano o quando vanno in bagno.

Ma se ti è mai capitato di espirare davanti a uno specchio, capisci che stai perdendo acqua ad ogni respiro.

E come se non bastasse, sudi senza sosta.

Il tuo corpo lavora sempre per regolare la sua temperatura e uno dei meccanismi che utilizza per questo atto di equilibrio è sudare.

Ecco perchè il consumo di acqua è importante: anche con una disidratazione pari soltanto al 2% si può sperimentare un significativo deterioramento del controllo cognitivo e motorio.

shutterstock 1173318187

Cosa fanno i reni?

I reni filtrano i prodotti di scarto e i liquidi dal sangue e li espellono sotto forma di urina.

In pratica puliscono circa 200 litri di sangue al giorno e creano un volume di urina di circa 2 litri al giorno.

Oltre ad essere un filtro, i reni sono anche un organo endocrino.

Questo significa che producono degli ormoni che aiutano altri organi a funzionare meglio.

Attraverso il rilascio di ormoni, i reni svolgono un ruolo nella regolazione della pressione sanguigna e regolano anche gli elettroliti come potassio e sodio.

Come se non bastasse, i reni producono vitamina D e aiutano il corpo a metabolizzare il calcio.

Senza dimenticare che aiutano a controllare la produzione di globuli rossi.

shutterstock 1970444882

Come interagiscono i reni e l’acqua?

L’idratazione è fondamentale per la salute e la funzionalità dei reni.

Il motivo è semplice: i reni usano l’acqua per filtrare i rifiuti.

Infatti, se non si assume abbastanza acqua, un rene non può svolgere il suo lavoro e si avrà un accumulo di tossine nel sangue.

Ma non solo: se i tuoi reni non hanno abbastanza acqua, puoi anche essere a rischio di infezioni del tratto urinario e calcoli renali.

Questo significa che l’acqua aiuta il corpo a spostare sangue, ossigeno e sostanze nutritive.

E come qualsiasi componente del nostro corpo, anche i reni hanno bisogno di essere nutriti.

shutterstock 701244958

Bere molta acqua influisce sulla funzione renale?

La risposta è sì.

Bere acqua a sufficienza per rimanere adeguatamente idratati consente ai reni di funzionare correttamente.

Certo, l’acqua non è l’unico fattore che influisce sulla funzionalità renale.

Ma se non si beve abbastanza, la probabilità di mantenere i reni sani e funzionanti diminuisce.

Tuttavia, esiste un limite ai benefici che una maggiore assunzione di acqua potrebbe apportare.

Questo perchè, se bevi più acqua del necessario, i tuoi reni vogliono bilanciare i livelli di acqua ed elettroliti e stimolano più urina.

Inoltre, troppa acqua può diluire la concentrazione di sodio nel sangue, che è essenziale per una buona salute.

Fortunatamente i tuoi reni sono intelligenti e invieranno tutta l’acqua di cui non hanno bisogno direttamente alla vescica.

Quali sono i sintomi di una ridotta funzionalità renale?

Il tuo corpo è molto bravo ad adattarsi a qualche perdita di funzione. E il fatto di avere due reni aiuta.

Spesso, l’unico modo per sapere se i reni stanno bene è sottoporsi ad esame del sangue o delle urine.

Alcuni sintomi comuni sono:

Mal di testa;

Perdita di peso/assenza di appetito;

Problemi respiratori;

Sangue nelle urine;

Insonnia;

Gonfiore e ritenzione idrica;

Crampi muscolari;

Pelle pruriginosa;

Disfunzione erettile.

shutterstock 1989864818

In che modo la qualità dell’acqua influisce sui reni?

I reni agiscono come un filtro del sangue per il tuo corpo. In caso di ingestione, molte tossine potrebbero finire nei tuoi reni.

E una volta lì, diventano fattori di rischio per problemi renali.

Ecco alcuni esempi comuni di contaminanti dei reni e dell’acqua noti per portare alla malattia renale cronica o addirittura al cancro (nei casi più gravi).

1. Il piombo e altri metalli pesanti si possono trovare naturalmente nell’ambiente da cui proviene l’acqua potabile o dalle tubature.

Il piombo è una neurotossina che ostacola lo sviluppo cognitivo e fisico soprattutto dei bambini. Non è certo un toccasana per i tuoi reni.

2. I trialometani (THMS), meglio noti come sottoprodotti della disinfezione, si formano quando sostanze chimiche disinfettanti come cloro e clorammine interagiscono con la materia organica presente nell’acqua.

In particolare, il Ministero della Salute riconosce il Bromodiclorometano come mutageno e genotossico in molti test in vivo e in vitro. Lo IARC lo classifica nel gruppo 2B (possibile cancerogeno per l’uomo).

3. I PFAS sono conosciuti come sostanze chimiche per sempre perché non si decompongono nell’ambiente o nel sangue.

Purtroppo sono stati ampiamente utilizzati in prodotti come le padelle in teflon – per le loro qualità antiaderenti – sin dagli anni ’50.

Di conseguenza si trovano nelle riserve idriche di tutto il mondo e la Regione Veneto ha visto da vicino i terribili effetti.

Esistono diversi modi in cui i PFAS costituiscono un problema sanitario ed uno di questi è proprio un sensibile aumento del rischio di cancro al rene.

4. I minerali dell’acqua dura come il calcio e il magnesio possono danneggiare tubi, superfici, vestiti ed elettrodomestici.

Sfortunatamente, il calcio ed il magnesio possono causare problemi ai reni se consumati per un lungo periodo di tempo.

Se la tua città ha problemi con l’acqua dura, l’unico modo per risolverlo è tramite un addolcitore.

Gallery Addolcitore4 scaled

Qual è la cosa migliore da bere per i tuoi reni?

La cosa migliore da bere per la salute dei reni è semplicemente acqua filtrata.

L’acqua filtrata ti idrata senza zuccheri o sostanze chimiche aggiunte.

Sebbene l’acqua sia ampiamente considerata la scelta migliore, non deve essere l’ unica scelta.

Gli esperti di reni sottolineano che puoi bere caffè, tè verde e persino succhi di frutta o di verdura per aiutare i tuoi reni.

Quanta acqua dovrei bere per la salute dei reni?

Se i tuoi reni sono abbastanza sani, una raccomandazione popolare è bere otto bicchieri d’acqua al giorno.

Sebbene questo consiglio vada bene per la maggior parte delle persone, si tratta comunque di un consiglio generico che non tiene conto dei tuoi livelli di attività, del clima in cui vivi, della massa corporea o del resto della tua dieta.

Ma se i tuoi reni non sono sani, la risposta a questa domanda potrebbe essere molto diversa.

Qualcuno in dialisi, ad esempio, potrebbe dover limitare l’assunzione di acqua.

Inoltre, la gravidanza e l’allattamento al seno possono significare che hai bisogno di ancora più acqua.

È importante parlare con il medico prima di prendere qualsiasi decisione riguardante i reni e l’acqua.

Come posso far tornare sani i miei reni?

Se ritieni di avere una cattiva salute dei reni, la soluzione migliore è consultare il medico o un nefrologo.

Molti dei sintomi della malattia renale cronica sono comuni ad altri problemi di salute.

Vedere un medico può farti sapere con certezza cosa sta succedendo.

Potrebbero esserci molte opzioni per migliorare la salute dei reni e la qualità della vita, come cambiamenti nella dieta, esercizio fisico, farmaci o procedure mediche.

shutterstock 206471329

Mantieni i tuoi reni felici e idratati

Abbiamo visto che i reni aiutano a mantenere il sangue pulito e in movimento.

Dovresti immaginarli come dei filtri speciali.

Ma non possono fare tutto da soli.

Come ogni altro organo del corpo, i reni e l’acqua sono una squadra.

Se i reni non ricevono abbastanza acqua, non possono svolgere il loro lavoro di eliminazione delle tossine.

E se la tua acqua è piena di contaminanti, potresti non fare alcun favore ai tuoi reni.

Dunque, se desideri la migliore acqua possibile, Aquamea può aiutarti.

Sfrutta le nostre tecnologie performanti per filtrare e ridurre fino al 99,99% la presenza di metalli pesanti, cloro, alluminio, PFOS/PFAS e tutti i sottoprodotti di disinfezione.

01 Emanuele Tecnico.00 00 33 02.Immagine001

Acqua pura di sorgente direttamente dal tuo rubinetto

Tra le varie tecnologie disponibili sul mercato che sfruttano i filtri a carbone attivo, c’è da riconoscere che quelle a marchio Aquamea hanno una particolare unicità: filtrano il doppio perché hanno i filtri più grandi.

Infatti, continuano ad aumentare le persone felici di bere acqua pura direttamente dal rubinetto di casa in totale sicurezza, senza sforzi inutili e senza costi inutili.

Se desideri unirti a loro, è sufficiente cliccare questo link e prenotare una consulenza gratuita per un primo test dell’acqua.

Grazie ad una tecnologia ad osmosi inversa – come quella Aquamea – la tua nuova acqua purificata e decontaminata sarà sempre a tua disposizione, giorno e notte, senza uscire di casa.

Dimentica impurità, metalli pesanti, cloro, calcare, PFAS, virus e batteri, perchè otterrai un’acqua pura di sorgente direttamente nel tuo rubinetto.

E inoltre risparmierai parecchio, perchè finalmente sfrutterai al 100% l’acqua di rete che già paghi…

Tutto quello che devi fare è soltanto cliccare questo link e compilare il form per ottenere una prima consulenza gratuita, come già fatto da altre migliaia di persone prima di te.

Approfitta quindi dell’offerta e ricorda che tutto il potere decisionale è nelle tue mani.

Un passo così amorevole e protettivo verso il tuo benessere e quello della tua famiglia è una scelta tua e soltanto tua.

Grazie per essere arrivato a leggere fino qui e a presto,

lo staff Aquamea

Screenshot 2024 01 15 alle 15.43.07

Comments are disabled.