L’acqua bollente elimina davvero sostanze chimiche, metalli pesanti e minerali?

shutterstock 1291479712

Tutti sanno che la vita è sensibile agli elementi.

Infatti, se rendi un ambiente troppo freddo o troppo caldo, diventa impossibile sopravvivere.

In qualità di esseri umani abbiamo intuito da tempi non sospetti i vantaggi di cucinare il cibo ad alte temperature e della bollitura dell’acqua.

Già da prima che sapessimo qualcosa sull’esistenza della vita microscopica.

Ormai è noto: diversi minuti di ebollizione uccideranno la maggior parte dei batteri e altri microrganismi viventi.

Ma se parliamo di acqua pulita e sicura, la bollitura è una procedura insufficiente.

Questo perchè si sprecano le fonti che possono contaminare la nostra acqua.

Basta pensare alla grande quantità di sostanze chimiche nocive che viene utilizzata nelle fabbriche, nelle fattorie, nelle miniere, nelle basi militari e persino nelle case.

Sostanze chimiche che spesso non hanno nessun posto dove andare e che quindi finiscono all’interno delle nostre riserve idriche.

Anche se assunte in piccole quantità, certe sostanze risultano altamente nocive.

E inoltre non possono essere uccise dal calore.

Ma allora l’acqua bollente NON elimina tutte le sostanze chimiche e gli altri contaminanti?

E se così fosse, qual è il modo migliore per eliminare le sostanze chimiche presenti nell’acqua?

In questo articolo esamineremo una varietà di sostanze chimiche e contaminanti presenti nell’acqua e scopriremo se (e fino a che punto) l’acqua bollente potrà aiutarti nella loro eliminazione.

shutterstock 478284763

Quanto è efficace bollire l’acqua per purificarla?

Ci sono circa 160 milioni di sostanze chimiche diverse conosciute dall’uomo.

Ciascuno ha proprietà diverse che li rendono più o meno stabili a diverse temperature.

Ma bisogna ricordarsi che le sostanze chimiche hanno un punto di ebollizione.

E questo punto di ebollizione potrebbe essere diverso dai classici 100 gradi, temperatura alla quale evapora l’acqua.

I punti di ebollizione sono importanti perché se una sostanza chimica ha un punto di ebollizione inferiore a quello dell’acqua,
allora è possibile far bollire la sostanza chimica prima che l’acqua inizi a bollire.

Questo è anche il modo in cui funziona la distillazione dell’alcol.

Poiché l’alcol ha un punto di ebollizione inferiore a quello dell’acqua, puoi far bollire l’alcol nell’acqua.

Questo consente all’alcol di essere separato in modo pulito dall’acqua e da altri contaminanti come il vapore, purché sia ​​possibile mantenere la temperatura nella zona giusta.

Sfortunatamente, quando parliamo di purificare l’acqua, questo non ci aiuta molto.

Infatti, la maggior parte di quello che vogliamo filtrare dalla nostra acqua non si decompone né bolle alle temperature a cui viene bollita l’acqua.

Diamo un’occhiata alle sostanze chimiche e ai contaminanti più comuni in modo da poter capire meglio se l’ebollizione è un’opzione praticabile e, nel caso contrario, vedere cosa lo è.

shutterstock 2313354243

L’acqua bollente rimuove il cloro e le clorammine?

Sebbene non sia pericoloso nelle quantità aggiunte durante il trattamento dell’acqua, molte persone scelgono di rimuovere il cloro a causa del suo sapore e odore.

Ricorda che cloro e clorammine sono tipici disinfettanti dell’acqua che i Comuni utilizzano al fine di uccidere gli agenti patogeni e ridurre le malattie trasmesse dall’acqua.

La buona notizia è che il cloro è abbastanza facile da rimuovere con la filtrazione dell’acqua ad osmosi inversa.

Ad ogni modo, la risposta è sì. L’acqua bollente rimuoverà il cloro.

Inoltre non è nemmeno necessario far bollire l’acqua per rimuovere il cloro, perchè con il tempo evaporerà da solo.

shutterstock 2400592573

L’acqua bollente elimina il piombo?

Una delle impurità più comuni a cui si fa riferimento quando le persone chiedono “l’acqua bollente elimina le sostanze chimiche?” è il piombo.

Sfortunatamente la risposta è no.

L’acqua bollente non elimina il piombo.

Il piombo è un metallo pesante e una neurotossina che si trova naturalmente nell’ambiente ed era molto comune anche negli impianti idraulici prima del 1986.

Oggi si sta facendo un grande sforzo per rimuovere le linee di servizio in piombo e altri tubi, ma è un processo lento.

Quello che è certo è che non esiste un livello sicuro di piombo nel sangue di un bambino o di una donna incinta.

Anche piccole quantità possono rallentare il sistema nervoso e lo sviluppo mentale.

Puoi difenderti da questi rischi con un sistema di filtrazione dell’acqua ad osmosi inversa.

Attenzione: la maggior parte dei filtri a carbone attivo non rimuove il piombo, ma ci sono delle eccezioni.

Ad esempio, i filtri Aquamea sono arricchiti di uno speciale materiale in polvere che trattiene piombo ed altri metalli pesanti potenzialmente nocivi per il tuo benessere.

shutterstock 2096990872

L’acqua bollente rimuove i minerali dell’acqua dura?

In generale, l’acqua bollente non rimuove minerali o metalli pesanti dall’acqua.

E se la tua acqua fosse classificata come dura, ti ritroveresti con calcio e magnesio.

Hai mai notato quella specie di anello che si crea intorno alla pentola dopo aver fatto bollire un po’ d’acqua?

Ecco: quelli sono i residui minerali dell’acqua dura.

I minerali dell’acqua dura sono considerati sicuri da bere, ma possono devastare la tua casa.

Oltre a corrodere i tubi si attaccano alle superfici, forzano i tuoi elettrodomestici e possono persino danneggiare la pelle.

Ecco perchè è intelligente eliminare l’acqua dura utilizzando un addolcitore.

Gli addolcitori d’acqua utilizzano la tecnologia a scambio ionico per rimuovere calcio e magnesio e sostituirli con una piccola quantità di sodio o potassio.

Un addolcitore Aquamea ti aiuta a dire addio ai minerali dell’acqua dura, riducendo inoltre il cloro ed i sedimenti.

Gallery Addolcitore4 scaled

L’acqua bollente elimina sostanze chimiche come l’atrazina?

No. L’acqua bollente non elimina l’atrazina.

L’utilizzo di questo popolare erbicida era molto diffuso fino al 1992, anno in cui l’Italia lo mise al bando.

Tuttavia, i dati nazionali del 2019 ad opera di Ispra evidenziavano superamenti dei limiti di legge nel 25% dei siti di monitoraggio delle acque superficiali e nel 5% di quelli delle acque sotterranee.

La presenza dell’atrazina in quantità superiori a 3 parti per miliardo è considerata pericolosa.

Infatti, è risaputo che l’atrazina causa problemi al sistema cardiovascolare e riproduttivo.

L’acqua bollente rimuove l’arsenico?

Come per altri minerali e metalli, la risposta è no.

Anche se l’arsenico è presente naturalmente nelle acque sotterranee (la maggior parte delle indagini hanno evidenziato come la presenza dell’arsenico sia legata principalmente a processi naturali di cessione per dilavamento delle rocce), dobbiamo sempre ricordare che l’avvelenamento acuto da arsenico può essere mortale.

Senza dimenticare che l’esposizione nel tempo può portare a vari tipi di cancro, lesioni cutanee, malattie cardiovascolari e diabete.

Se vuoi rimuovere l’arsenico dall’acqua utilizza un impianto ad osmosi inversa.

Non cercare di farlo bollire ed evaporare.

L’acqua bollente rimuove i nitrati?

No. L’acqua bollente non rimuoverà i nitrati dall’acqua.

Probabilmente aumenterà la loro concentrazione man mano che si perde un po’ d’acqua tramite evaporazione, quindi i nitrati saranno ancora presenti.

Sfortunatamente, i nitrati possono rendere difficile il trasporto di ossigeno da parte dei globuli rossi.

Se sono presenti nitrati nella tua acqua, rimuovili con un sistema di purificazione ad osmosi inversa.

È meglio far bollire o filtrare l’acqua?

Di solito è meglio filtrare l’acqua piuttosto che bollirla, anche se dipende dalle circostanze e dalla tipologia di filtrazione.

Ad esempio, uccidere alcuni agenti patogeni potrebbe essere un motivo per cui ti viene chiesto di far bollire l’acqua.

Ma come hai visto potresti trovare altre insidie, ed è il motivo per cui scegliere una tecnologia di filtrazione è qualcosa di estremamente intelligente.

Tuttavia, mentre alcuni filtri rimuovono gli agenti patogeni e la quasi totalità degli inquinanti indesiderati, molti altri non riescono a proteggere il tuo benessere.

Ad ogni modo, se ricevi acqua dalla città in circostanze normali, il tuo fornitore di acqua avrà già trattato l’acqua contro i microrganismi utilizzando una varietà di metodi come la luce ultravioletta e disinfettanti chimici come il cloro.

In quel caso saranno le sostanze chimiche, i metalli pesanti ed i minerali a costituire ancora una preoccupazione.

Questo perchè è vero che l’acqua bollente uccide i microrganismi come il criptosporidio e la giardia, ma al tempo stesso può ben poco contro la rimozione di sostanze chimiche, metalli e minerali.

Far bollire l’acqua con simili caratteristiche sarebbe una completa perdita di tempo.

01 Emanuele Tecnico.00 00 33 02.Immagine001

Il modo migliore per rimuovere le sostanze chimiche dall’acqua

Ma in definitiva, l’acqua bollente elimina le sostanze chimiche?

Dipende.

Devi ricordarti che il nostro ambiente è inondato da sostanze chimiche che possono agire in modo diverso quando vengono bollite.

Più e più volte, quando si osservano le sostanze chimiche che con maggiore probabilità sono presenti nella nostra acqua, si può constatare che l’ebollizione non è efficace.

Anzi, in molti casi può addirittura peggiorare il problema.

Se sei preoccupato per le sostanze che contaminano l’acqua, allora la soluzione migliore (e definitiva) è un impianto di filtrazione per l’acqua.

Le tecnologie performanti Aquamea ti aiutano a ridurre sedimenti, cloro, atrazina, solidi totali disciolti, arsenico, PFAS, bario, cadmio, cromo, piombo, rame, selenio, fluoruro, nitrati/nitriti e altro ancora.

Acqua pura di sorgente direttamente dal tuo rubinetto

Tra le varie tecnologie disponibili sul mercato che sfruttano i filtri a carbone attivo c’è da riconoscere che quelle a marchio Aquamea hanno una particolare unicità: filtrano il doppio perché hanno i filtri più grandi.

Infatti, continuano ad aumentare le persone felici di bere acqua pura direttamente dal rubinetto di casa in totale sicurezza, senza sforzi inutili e senza costi inutili.

Se desideri unirti a loro, è sufficiente cliccare questo link e prenotare una consulenza gratuita per un primo test dell’acqua.

Grazie ad una tecnologia ad osmosi inversa – come quella Aquamea – la tua nuova acqua purificata e decontaminata sarà sempre a tua disposizione, giorno e notte, senza uscire di casa.

Dimentica impurità, metalli pesanti, cloro, calcare, PFAS, virus e batteri, perchè otterrai un’acqua pura di sorgente direttamente nel tuo rubinetto.

E inoltre risparmierai parecchio, perchè finalmente sfrutterai al 100% l’acqua di rete che già paghi…

Tutto quello che devi fare è soltanto cliccare questo link e compilare il form per ottenere una prima consulenza gratuita, come già fatto da altre migliaia di persone prima di te.

Approfitta quindi dell’offerta e ricorda che tutto il potere decisionale è nelle tue mani.

Un passo così amorevole e protettivo verso il tuo benessere e quello della tua famiglia è una scelta tua e soltanto tua.

Grazie per essere arrivato a leggere fino qui e a presto,

lo staff Aquamea

Screenshot 2024 01 15 alle 15.43.07

Comments are disabled.