Ecco come evitare le 9 malattie più comuni trasmesse dall’acqua

shutterstock 422875870

Quando si tratta di salute pubblica, non c’è niente di più importante che dare a tutti l’accesso all’acqua potabile pulita.

Anche se l’acqua potabile della tua casa potrebbe non essere perfetta, abbiamo fatto molta strada dai tempi in cui le malattie trasmesse dall’acqua come il colera e la febbre tifoide erano minacce comuni in gran parte del mondo.

In effetti, la maggior parte delle persone probabilmente non passa molto tempo a pensare alle malattie trasmesse dall’acqua.

Però sono ancora lì fuori. Esistono e resistono.

È sufficiente lavarsi i denti con acqua impura per contrarre infezioni come lo stafilococco (è successo a Trapani, in Sicilia).

Bere o cucinare con quella stessa acqua significa esporsi volontariamente a legionellosi, colera o febbre tifoide (alcuni esempi si sono registrati anche a Cagliari).

E a livello mondiale, i numeri sono molto più grandi.

La sola dissenteria è responsabile di 165 milioni di malattie ogni anno in tutto il mondo.

Quindi, quali sono tutte queste malattie trasmesse dall’acqua? Sono così spaventose come sembrano?

In questo articolo approfondiremo le numerose malattie trasmesse dall’acqua.

Ti diremo cosa sono, quanto sono pericolose e come puoi tenerle lontane dalla tua vita.


shutterstock 1702833262

Cosa sono le malattie trasmesse dall’acqua?

Le malattie trasmesse dall’acqua sono malattie causate da microrganismi come batteri e virus presenti nell’acqua.

Queste malattie vengono solitamente contratte attraverso l’acqua potabile o le attività acquatiche ricreative.

Piscine, vasche idromassaggio e spiagge, laghi e fiumi inquinati sono fonti comuni di epidemie di malattie trasmesse dall’acqua.

Ma anche bere da una fonte di acqua non trattata è un modo comune per entrare in contatto con agenti patogeni presenti nell’acqua.

Anche se molte di queste malattie infettive non rappresentano una condanna a morte come lo erano all’inizio del XX secolo, risultano comunque estremamente pericolose per i bambini, gli anziani e chiunque abbia un sistema immunitario compromesso.

Le malattie trasmesse dall’acqua sono contagiose?

Molte malattie trasmesse dall’acqua sono contagiose perché provengono da virus, batteri e parassiti che cercano attivamente nuovi ospiti da infettare. Non a caso, possono diffondersi facilmente da persona a persona o anche da animali a persone.

E può accadere in diversi modi:

Tatto: se qualcuno che è malato non si lava bene le mani, può trasmettere i germi ad altri.

Aria: a volte anche respirare minuscole goccioline d’acqua contaminate può farci ammalare.

Ambienti condivisi: l’ingestione di cibo e acqua contaminati da agenti patogeni presenti nell’acqua può diffondere queste malattie.

Gli esperti sanitari concordano sul fatto che lavarsi spesso le mani e praticare una buona igiene può ridurre il rischio di diffusione di queste e altre malattie.

shutterstock 1681850410 scaled

Quali sono le 9 malattie trasmesse dall’acqua più comuni?

Dall’introduzione delle moderne tecniche di disinfezione dell’acqua come il cloro, le clorammine e la luce ultravioletta, le malattie trasmesse dall’acqua non hanno più rappresentato una minaccia così grande come lo erano una volta.

Tuttavia non siamo ancora fuori pericolo.

L’invecchiamento delle infrastrutture, l’inquinamento, la resistenza ai farmaci e il cambiamento climatico stanno aumentando la prevalenza di molte delle malattie trasmesse dall’acqua menzionate di seguito.

1. Febbre tifoide

La febbre tifoide è una minaccia globale ma colpisce soprattutto i paesi in via di sviluppo con scarse condizioni igienico-sanitarie.

La malattia è causata dal batterio Salmonella typhi e può essere di origine alimentare o idrica.

Il tifo è altamente contagioso.

I sintomi includono:

Febbre alta e sudorazione

Dolore addominale e mal di testa

Debolezza muscolare

Diarrea e stitichezza

Esistono vaccini che possono ridurre il rischio di contrarre la febbre tifoide e possono essere trattati con antibiotici. Senza trattamento, può essere pericoloso per la vita.

2. Colera

Il colera è una malattia batterica innescata dall’esposizione al Vibrio cholerae.

Come il tifo, è più comune nelle aree densamente popolate, con elevata povertà e scarsa igiene.

Il colera è particolarmente pericoloso perché la grave disidratazione e diarrea che provoca può essere fatale per una persona altrimenti sana nel giro di poche ore.

Fortunatamente, non tutti manifestano i sintomi e il colera viene curato facilmente.

I sintomi del colera includono:

Disidratazione

Diarrea

Vomito e nausea

Crampi muscolari

Pelle raggrinzita

Shock


Il colera è raro in Italia, ma si verifica ancora. E nemmeno troppo tempo fa le cronache di Cagliari ne hanno dato notizia.

Praticare una buona igiene e sicurezza alimentare riduce al minimo le possibilità di contrarre il colera.

3. Giardiasi (infezione da Giardia)

La giardiasi è un’infezione intestinale causata principalmente dal protozoo parassita Giardia lamblia.

Può essere contratta in acque superficiali come laghi e ruscelli, piscine condivise, centri termali, pozzi privati ​​e persino forniture idriche pubbliche.

Ma può anche diffondersi attraverso il cibo e il contatto sessuale.

I sintomi includono:

Diarrea

Fatica

Crampi e gonfiore

Intolleranza al lattosio
(possibilmente a lungo termine)

Il trattamento prevede l’assunzione di un farmaco antiparassitario.

Per evitare la giardiasi lavati spesso le mani e assicurati di non ingerire acqua mentre nuoti.

Inoltre, evita di bere acqua non trattata.

4. Dissenteria (Shigellosi)

La dissenteria è una forma di diarrea grave causata dal batterio Shigella e da alcune amebe.

Nel mondo si contano oltre 150 milioni di casi.

La dissenteria di solito non è pericolosa per la vita se riesci a sostituire i liquidi persi.

I sintomi della dissenteria includono:

Diarrea con sangue e muco

Diversi crampi addominali

Disidratazione

Febbre alta

Fatica


I batteri Shigella vivono nell’intestino umano e animale e possono diffondersi attraverso acqua e cibo contaminati dalle feci, nonché attraverso il contatto sessuale.

shutterstock 1674788029

5. Escherichia Coli

L’escherichia coli copre vari ceppi di batteri che vivono nel nostro intestino.

Alcuni ceppi sono innocui, mentre altri possono causare problemi gastrointestinali da lievi a gravi.

I sintomi di E. coli di solito non iniziano prima di giorni o una settimana dopo l’esposizione e la maggior parte delle persone può superarli con il riposo e la reidratazione.

Per quelli con un sistema immunitario più debole, può svilupparsi un’insufficienza renale pericolosa per la vita.

Alcuni sintomi di E. coli includono:

Diarrea da lieve a grave con sangue

Crampi allo stomaco

Vomito


L’Escherichia coli può essere di origine alimentare e i colpevoli comuni sono i prodotti freschi, il latte non pastorizzato e la carne macinata, così come nelle acque sotterranee e superficiali contaminate da feci.

Sebbene rappresenti una minaccia comune per chi possiede pozzi privati, è noto che si diffonde attraverso i sistemi idrici pubblici.

Per evitare l’infezione da E. coli è meglio non ingerire acqua quando si nuota in piscine, fiumi o laghi, seguire adeguati protocolli di sicurezza alimentare e filtrare l’acqua .

6. Epatite A

L’epatite A colpisce principalmente le funzioni del fegato causando infiammazione ed è altamente contagiosa.

Può essere lieve o possono essere necessari mesi per un recupero completo.

È più diffuso nei luoghi in cui i servizi igienico-sanitari sono scadenti, ma le epidemie possono verificarsi ovunque.

I sintomi dell’epatite A includono:

Dolori articolari

Stanchezza e debolezza

Sgabello grigio o color argilla

Prurito intenso

Nessun appetito

Nausea e vomito

Ittero

Dolore nell’addome in alto a destra (intorno al fegato)

Insufficienza epatica


I casi più gravi potrebbero richiedere un trapianto di fegato.

shutterstock 2343765643

Malattia dei legionari e Legionellosi

La malattia del legionario e la legionellosi sono entrambe causate dal batterio della Legionella: la malattia del legionario è una forma grave di polmonite, mentre la legionellosi si riferisce sia alla malattia del legionario che alle malattie non polmonari che i batteri della Legionella possono causare, come la febbre di Pontiac.

A differenza della maggior parte delle altre malattie trasmesse dall’acqua, queste vengono contratte inalando i batteri presenti nell’acqua e nel suolo.

Se non trattata, soprattutto tra i fumatori e quelli con un sistema immunitario compromesso, può essere fatale.

I sintomi della malattia dei legionari includono:

Febbre alta

Fiato corto

Dolore al petto

Dolori muscolari

Confusione

Tosse
(a volte con sangue)

La malattia del legionario si trova spesso nei sistemi idrici come vasche idromassaggio e piscine, ma può anche essere contratto dall’acqua potabile contaminata.

Il trattamento prevede antibiotici e talvolta il ricovero in ospedale.

8. Infezione da norovirus

Il Norovirus è altamente contagioso e può essere contratto tramite acqua, cibo contaminato o tramite il contatto con una persona infetta. I norovirus sono alcune delle malattie trasmesse dall’acqua più comuni.

I sintomi iniziano a svilupparsi da 12 a 48 ore dopo l’esposizione, ma per quelli con un sistema immunitario normale tendono a risolversi in circa tre giorni senza trattamento.

I sintomi del norovirus includono:

Nausea e crampi allo stomaco

Vomito e/o diarrea improvviso

Febbre bassa

Dolore muscolare


Il norovirus può essere diffuso durante la preparazione del cibo o bevendo acqua contaminata.

Di solito, i norovirus prosperano in ambienti affollati come ospedali, navi da crociera e scuole.

Praticare una buona igiene e cucinare accuratamente il cibo (soprattutto i frutti di mare) sono alcuni dei modi migliori per evitare la malattia.

9. Criptosporidiosi

La criptosporidiosi , o “cripto”, è causata da un parassita protozoario chiamato cryptosporidium.

Quello che rende questo parassita particolarmente pericoloso è che è molto resistente al cloro, il principale disinfettante utilizzato nella maggior parte dei sistemi idrici pubblici.

I sintomi della cripto includono:

Diarrea acquosa

Vomito

Crampi

Disidratazione

Febbre

Perdita di peso


Poiché il criptosporidio si trova nelle feci, il lavaggio delle mani contribuisce notevolmente alla prevenzione.

Dovresti anche fare attenzione a non ingoiare l’acqua della piscina o qualsiasi acqua ricreativa che potrebbe essere contaminata da acque reflue o liquami.

Gli operatori di assistenza all’infanzia, i viaggiatori, i proprietari di pozzi privati ​​e i viaggiatori con lo zaino in spalla sono senza dubbio i più a rischio.



shutterstock 1989864818

Qual è la malattia più comune trasmessa dall’acqua?

I ricercatori stimano che a causa di questa malattia anno ci siano – ogni anno – da 1,3 a 4 milioni di casi e da 21.000 a 143.000 decessi in tutto il mondo.

Ad aggiudicarsi questo triste primato è il colera.

Come proteggersi dalle malattie trasmesse dall’acqua

Ciascuna di queste malattie e agenti patogeni serve a ricordare l’importanza dell’utilizzo di acqua salubre e di servizi igienico-sanitari adeguati.

Mantenere una buona igiene, bere acqua sicura e pulita e praticare protocolli di sicurezza alimentare può contribuire notevolmente a ridurre le possibilità di contrarre una malattia.

E se quello che desideri è ottenere un’acqua più pulita possibile sia per bere che cucinare, allora Aquamea può aiutarti.

I nostri sistemi di filtrazione per l’acqua domestica proteggeranno il tuo rubinetto da sporco, batteri, alghe, metalli pesanti, sostanze chimiche, pesticidi e altro ancora.

In pratica otterrai acqua pulita, sicura e deliziosa ogni volta che aprirai il rubinetto della tua cucina.

acqua del rubinetto

Sfrutta le nostre tecnologie performanti per filtrare e ridurre fino al 99,99% la presenza di metalli pesanti, cloro, alluminio, PFOS/PFAS e tutti i sottoprodotti di disinfezione.

01 Emanuele Tecnico.00 00 33 02.Immagine001

Acqua pura di sorgente direttamente dal tuo rubinetto

Tra le varie tecnologie disponibili sul mercato che sfruttano i filtri a carbone attivo, c’è da riconoscere che quelle a marchio Aquamea hanno una particolare unicità: filtrano il doppio perché hanno i filtri più grandi.

Infatti, continuano ad aumentare le persone felici di bere acqua pura direttamente dal rubinetto di casa in totale sicurezza, senza sforzi inutili e senza costi inutili.

Se desideri unirti a loro, è sufficiente cliccare questo link e prenotare una consulenza gratuita per un primo test dell’acqua.

Grazie ad una tecnologia ad osmosi inversa – come quella Aquamea – la tua nuova acqua purificata e decontaminata sarà sempre a tua disposizione, giorno e notte, senza uscire di casa.

Dimentica impurità, metalli pesanti, cloro, calcare, PFAS, virus e batteri, perchè otterrai un’acqua pura di sorgente direttamente nel tuo rubinetto.

E inoltre risparmierai parecchio, perchè finalmente sfrutterai al 100% l’acqua di rete che già paghi…

Tutto quello che devi fare è soltanto cliccare questo link e compilare il form per ottenere una prima consulenza gratuita, come già fatto da altre migliaia di persone prima di te.

Approfitta quindi dell’offerta e ricorda che tutto il potere decisionale è nelle tue mani.

Un passo così amorevole e protettivo verso il tuo benessere e quello della tua famiglia è una scelta tua e soltanto tua.

Grazie per essere arrivato a leggere fino qui e a presto,

lo staff Aquamea

Screenshot 2024 01 15 alle 15.43.07

Comments are disabled.